miele tiglio

tiglio

Tillia sp.



Viene prodotto a fine giugno, inizio luglio, sui tigli selvatici alle pendici delle Alpi e sulle alberature di viali e parchi, se sufficientemente estesi. ╚ spesso in miscela con quantitÓ pi¨ o meno abbondanti di melata della stessa origine. La pianta conferisce al miele una caratteristica profumazione balsamica.

Colore chiaro quasi bianco
Cristallizzazione compatta e fine
Odore fresco, tipicamente balsamico, mentolato
Sapore simile all'odore, mentolato e resinoso
Utilizzo il suo migliore impiego è quello di dolcificante nelle tisane o nelle bevande calde
Proprietà naturali della pianta calmante del sistema nervoso, utile contro le coliti spastiche. Il tiglio ha notevoli proprietà antismog.
Grammature disponibili 40g - 250g - 400g - 1000g
miele di tiglio



per saperne di più sul il miele

Il miele è la sostanza alimentare che le api producono partendo dal nettare dei fiori o dalle secrezioni di parti vive di piante, che esse raccolgono, trasformano, combinano con sostanze proprie e depongono nei loro favi. Avvengono numerosi scambi da un'ape all'altra, all'interno dell'alveare, che consentono una graduale maturazione ed arricchimento di enzimi che derivano dalle secrezioni ghiandolari delle api stesse. I componenti principali del miele sono il fruttosio, il glucosio, l'acqua, altri zuccheri e sostanze diverse, tra cui acidi organici, sali minerali, enzimi, aromi e molte altre. Il miele è un alimento di elevato valore nutritivo, facilmente assimilabile. Il glucosio fornisce energia di immediato utilizzo, il fruttosio viene metabolizzato a livello epatico e costituisce una riserva energetica. Cento grammi di miele forniscono 320 calorie ed un potere dolcificante elevato (superiore a quello del saccarosio). È costituito prevalentemente di zuccheri semplici e presenta una facile digeribilità.
Il glucosio entra infatti direttamente in circolo e viene quindi utilizzato immediatamente mentre il fruttosio è consumato più lentamente garantendo un apporto energetico diluito nel tempo.
Il miele non è un alimento completo per la carenza di vitamine e protidi.
La cristallizzazione è un processo naturale che dipende principalmente dalla composizione (rapporto tra glucosio e fruttosio) e dalla temperatura (massima sui 14Cº). Se il contenuto di glucosio è elevato sarà più rapida. Le basse temperature la inibiscono.

Per approfondire

Mieli d'autore - via ai Dossi 22 - Fai della Paganella (Tn)
mob. +39 348 4975501 - fax +39 0461 601758 - e-mail info@mielidautore.it

Piccola bottega del miele | via ai Dossi 22 - Fai della Paganella (Tn)